Seguici su Instagram e sulla nostra pagina Facebook

SFC S. Martino di Bareggio Socio Aderente 2012

Ultimo aggiornamento (last update) 30 LUGLIO 2018

ore 23:00

Dove Siamo

via Novara 4, 20010 Bareggio (MI)

1984 - 2014: 30° ANNIVERSARIO

Orario di apertura

Venerdì: 21:15 - 23:15

Per informazioni

Principali Sostenitori

Questo sito è stato aperto il 10/11/2012

100 Miglia a Sirmione

Sabato 11 e domenica 12 maggio una lunga colonna di Ferrari ha tinto di rosso le sponde del Garda

Maggio. Periodo di gare, di rievocazioni storiche. La terra bresciana assume in questo periodo dell’anno – complice la primavera con i suoi colori – una connotazione vintage soprattutto per quanto riguarda il settore automobilistico. Evento clùe è la leggendaria Mille Miglia, che infonde nei cuori degli appassionati la voglia di tirare fuori la “storica” per sentirsi parte di un evento di prestigio mondiale. Noi non siamo stati da meno. Con un meteo che tutto sommato ci ha permesso di adempiere appieno al programma, abbiamo disputato nel week end di sabato 11 e domenica 12 maggio 2013, uno dei più eccitanti dei nostri eventi: “100 miglia a Sirmione.” Un serpentone di 17 autovetture Ferrari ed una Maserati Granturismo nera è penetrato rumorosamente nelle mura di Sirmione, creando ammirazione fra i numerosi turisti che affollavano la cittadina. Tempo di scaricare i bagagli all’Hotel Sirmione che numerosi appassionati tedeschi e inglesi ci hanno subito bloccato chiedendoci informazioni sui nostri modelli e domandando eccitatissimi se potevano scattare una foto ricordo. Fra il rumore di alcuni scarichi liberi e il vociare delle belle donne del posto, le vetture sono state posizionate nel parcheggio del Grand Hotel Terme, sorvegliatissime giorno e notte. Il Presidente Francesco Di Martino ha superato se stesso questa volta.

Fra gelati di immense proporzioni, stazioni termali e viuzze da “vip” i soci hanno potuto godersi quella che in toto poteva considerarsi non tanto come una gita, ma come una vacanza, andando a visitare oltremodo anche la mostra fotografica della celebre Mille Miglia.

Nel pomeriggio le Rosse si sono risvegliate, per recarsi a Gardone Riviera, alla volta del Vittoriale degli Italiani, la celebre dimora di Gabriele d’Annunzio, il quale fra un Isotta Fraschini, fontane, il cimitero dei suoi cani e addirittura una nave addobbò i giardini pomposissimi creando la location più mondana dei suoi tempi. Una vista mozzafiato sul lago e una villa da fare invidia a un sultano, i turisti hanno scaricato i loro rullini non tanto sullo splendido sagrato pieno di archi, ma sulle nostre Ferrari li parcheggiate.
Al rientro in hotel, i soci, tutti bellissimi nei loro abiti eleganti, hanno degustato più o meno con voracità i piatti locali alla cena di gala, fra mille risate e scatti fotografici ricordo.
Terminata la cena, nulla ci ha poi impedito di uscire per una passeggiata notturna, e la “Sirmione by night” ha offerto davvero tanto, con i suoi spettacoli, con le sue luci e la sua allegria.
Domenica 12 dopo una faraonica colazione la sorpresa è stata il vedere un raduno di vetture vicino al Grand Hotel Terme, tutte carrozzate Zagato, storiche e non. Forse eravamo sintonizzati su quel milieu motoristico che il bresciano diventa in periodo Mille Miglia; come fossimo stati tutti uniti ad un megaevento generale.

Ma la vera “chicca” è stata il parco divertimenti “Movieland”: un parco tutto a tema cinematografico, dove come dei ragazzini ci siamo gustati le numerose giostre come se fossimo su veri set cinematografici. Come gran finale Movieland ha offerto una rivisitaizone dal vivo di un pezzo del film Rambo; inutile dire che sembrava davvero di essere prigionieri fra legionari in territorio di guerra. Ringraziando Giove pluvio per averci risparmiato per gran parte della giornata, quest’ultimo non vedendo l’ora di scatenarsi, ci ha avvertito spazientitamente, mediante vento e cumulonembi da tempesta, che era giunta l’ora di togliere il disturbo, ma anche in quell’occasione, il ritorno è stato caratterizzato dal rosso delle auto in netto contrasto con il cielo cianotico, dedicando ancora al bresciano uno spettacolo surreale fra potenze tecnologiche e forze della natura.

 

                                                                            …Mauro Modena…