Unisciti al nostro gruppo su Instagram, Facebook, Google+ e YouTube e segui la nostra pagina Facebook

SFC S. Martino di Bareggio Socio Aderente 2012

8Ultimo aggiornamento (last update) 27 MAGGIO 2018

ore 11:00

Dove Siamo

via Novara 4, 20010 Bareggio (MI)

1984 - 2014: 30° ANNIVERSARIO

Orario di apertura

Venerdì: 21:15 - 23:15

Per informazioni

Principali Sostenitori

Questo sito è stato aperto il 10/11/2012

Pininfarina "Sergio" concept

Marzo 2013

 

Si chiama Sergio e nasce su meccanica Ferrari. Al Salone di Ginevra, la storica carrozzeria torinese ha presentato una concept car con le forme di una barchetta biposto, concretizzando l’idea di una vettura che si ispira al passato della casa di Maranello con un approccio futuristico. E’ un modello esclusivo, capace di trasportare su strada il concetto di sportività, di far provare la gioia della guida, di far vivere la passione a chi pensa all’automobile come ad una ineguagliabile fonte di emozioni. La Pininfarina Ferrari Sergio Concept è una barchetta radicale, esclusiva ed essenziale che respinge elementi superflui per concentrarsi sulle performance: fa esplicito riferimento alle vetture da corsa, infatti non contempla un cupolotto per la protezione degli occupanti, per i quali sono invece previsti due caschi sempre disegnati da Pininfarina che riprendono il rosso degli esterni.

Questa concept ha in se molto della tradizione Ferrari: la meccanica è quella della Ferrari 458 Spider, immutata anche nel passo e nelle carreggiate, mentre lo stile è una libera interpretazione del concetto di design secondo Pininfarina. I designer del carrozziere italiano sono andati a scovare precedenti prototipi su base Ferrari come la Mithos del 1989 e la Rossa del 2000 ed hanno anche strizzato l’occhio alle fuoriserie Pininfarina su base Ferrari come la Testarossa Spider realizzata per l’avvocato Agnelli nel 1987 o la Ferrari 360 Modena Barchetta del 2000 destinata al Presidente Montezemolo.

La Sergio si distingue per uno stile estremamente semplice e limpido, memorizzabile al primo sguardo. Sono da notare i poggiatesta “sospesi”, solidali al roll-bar e non al corpo dei sedili. Il parabrezza è “virtuale”: priva di superfici in vetro, la Sergio ha un profilo deviatore inserito nella parte di carrozzeria antistante l’abitacolo, che devia il flusso d’aria la di sopra della testa degli occupanti, al di sotto dei 50 km/h. Come molte altre parti della vettura, tra cui il roll-bar, anche il parabrezza virtuale svolge una funzione aerodinamica, aumentando il carico sull’asse anteriore.

La carrozzeria è interamente in fibra di carbonio ed è stata disegnata nella galleria del vento di Grugliasco: offre un risparmio di peso pari al 10% rispetto alla carrozzeria in alluminio della 458 Spider, nei confronti della quale è aumentata anche la rigidità torsionale. Dotata di cerchi da 21” con attacco monodado e portiere che si aprono verso l’alto con un angolo di 45°…la Sergio promette proprio di stupire!!

 

 

                                                                             Giusy Costantino